La trasformazione digitale nell’industria delle costruzioni


Il costante sviluppo di nuove tecnologie è un fattore chiave per il nostro modo di vivere e di lavorare in Svizzera. La trasformazione digitale ha colpito tutti i settori dell’economia e della società e sta costringendo i privati e le imprese, comprese quelle edili, ad affrontare il megatrend della digitalizzazione.


Forti collaborazioni


Nel contesto della digitalizzazione, il posizionamento della SSIC prevede l’attivazione di collaborazioni con i più disparati stakeholder per garantire valori aggiunti utili ai soci, al settore dell’edilizia principale e all’intero settore edile. Come gruppi di interesse si trovano qui da un lato i soci della SSIC (stakeholder interni) ma anche gruppi organizzati o non organizzati di persone, organizzazioni e istituzioni (stakeholder esterni) che intrattengono scambi con la SSIC.


Obiettivi e punti chiave strategici


L’impresario-costruttore 5.0 è l’obiettivo superiore del concetto. In concreto la SSIC persegue un approccio tridimensionale con diversi obiettivi parziali, orientati sostanzialmente alla qualificazione digitale dell’imprenditore (livello micro), alla concorrenzialità delle imprese (livello medio) e a un settore delle costruzioni svizzero orientato al futuro e concorrenziale (livello macro).


A livello micro, il concetto mette gli imprenditori edili in grado di acquisire le capacità di base necessarie ad affrontare di fatto la sfida della digitalizzazione. Le misure e le attività a livello medio servono all’adattamento concreto o alla trasformazione delle imprese edili allo scopo di garantire la competitività d’impresa nell’era digitale. A livello macro, il concetto assicura che siano rimosse le barriere tecniche, politiche e normative e che siano stabilite le condizioni quadro positive necessarie al successo della trasformazione.


La SSIC concentra le proprie attività principali su tematiche che hanno grande rilevanza da un lato per il settore delle costruzioni come per quello dell’edilizia principale, e dall’altro su tematiche tese a garantire gli imprenditori nel cammino che li porta nell’era digitale. A questo riguardo, la SSIC fissa sei punti chiave strategici:


I. Produttività: Promuovere in modo mirato i processi digitali di costruzione

II. Competenza: Inserire la digitalizzazione nei percorsi di formazione e aggiornamento

III. Innovazione: Promuovere in modo oculato le attività di ricerca e sviluppo rilevanti per l’edilizia

IV. Trasformazione: Supportare attivamente il processo di trasformazione

V.Sostenibilità: Promuovere l’edilizia sostenibile grazie alla digitalizzazione

VI.Condizioni quadro: Garantire condizioni quadro normative, politiche e legali Posizionamento digitale della SSIC


Programma di implementazione


L’attuazione del concetto si snoda su un programma chiaramente strutturato in tre fasi. Nella prima fase di sensibilizzazione la SSIC garantisce che i soci siano sensibilizzati in maniera costante e proattiva sulle opportunità e sfide della digitalizzazione. Con l’inizio della seconda fase di qualificazione, vengono messe in campo misure e attività tese a qualificare gli imprenditori per l’era digitale. Nell’ultima fase, quella della trasformazione, è previsto un programma pratico sotto forma di servizi di consulenza finalizzato ad assistere i soci nella trasformazione digitale.


L’impresario-costruttore 5.0


Dal momento che la digitalizzazione del settore delle costruzioni non è solo una questione di nuove tecnologie, ma implica anche nuovi processi, modalità operative e velocità, il fattore di successo fondamentale per la digitalizzazione di questo settore è l’imprenditore stesso. In ultima analisi sta a lui stabilire se è pronto a promuovere la trasformazione digitale oppure se preferisce mantenere lo status quo.


L’impresario-costruttore 5.0 – Missione & Visione


L’imprenditore edile di domani, l’impresario-costruttore 5.0, si distingue per il fatto che conosce esattamente la sua ragione d’essere, sa come portare la sua impresa nel futuro digitale e sa come sfruttare le opportunità del cantiere digitale. Sono necessarie nuove competenze e una riflessione crescente nei confronti dei modelli aziendali digitali oltre che un cambiamento della cultura aziendale. Come imprenditore, l’impresario-costruttore 5.0 deve essere in grado da un lato di riconoscere i cambiamenti derivanti dalla trasformazione digitale nelle aree imprenditoriali più svariate (strategia, struttura, cultura ecc.) e dall’altro di riuscire ad affrontare il processo di trasformazione digitale. All’interno dell’impresa promuove il processo di trasformazione agendo come precursore digitale. Dovrà decidere quali settori aziendali e quali tecnologie sono idonei alla trasformazione digitale e garantire le risorse necessarie alla loro attuazione. Dove porta questo viaggio? Quali tecnologie sono fondamentali per la mia attività? Quali nuovi campi di attività mi si apriranno con la digitalizzazione? L’impresario-costruttore 5.0 dovrà porsi queste domande e sviluppare una visionE unitaria sotto forma di una roadmap digitale per il futuro digitale dell’impresa edile. Non deve tirarsi indietro davanti alle nuove piattaforme tecniche collegate in rete e ai nuovi metodi di progettazione per la collaborazione digitale. Deve avere familiarità con il know how tecnico di base. Tuttavia, la grande velocità di innovazioni e cambiamenti portati dalla digitalizzazione obbliga anche tutti gli altri attori sulla scena dell’impresa edile a evolversi costantemente, nel cantiere del futuro infatti ci sarà una maggiore richiesta di competenze tecniche. L’impresario-costruttore 5.0 ritaglia gli spazi per sé e per i propri collaboratori necessari per prepararsi ad affrontare le sfide poste dal cantiere digitale. Per molti imprenditori edili, queste rivoluzioni comportano un vero e proprio cambio di impostazione.


L’immagine descrittiva dell’impresario-costruttore 5.0 si propone sia come guida sia come fonte di motivazione per l’imprenditore edile innovativo. Verso l’esterno, ovvero verso il pubblico e l’intero settore edile, Impresario-costruttore 5.0 definisce in forma semplificata la vision e la missione di questo concetto di digitalizzazione del settore edile principale.